Una giornata fantastica, come la signora Maisel – settembre 2018

Ci alzammo che non era ancora l’alba… ma questo solo grazie al calendario astronomico, che porta la nostra stella a sorgere a un orario più ragionevole.

È l’equinozio d’autunno, la Settimana d’Oro per cinesi e limitrofi, che festeggiano la fine e il nuovo inizio di un ciclo eterno, con tanto di chiusura delle Borse asiatiche e perfino onorandoci di una delegazione in Vallecamonica. La Cina non è così lontana e noi ne abbiamo di cose da mostrarvi, credeteci!

Ai Roselli, per esempio, è tempo di bramiti. Al Plan di Bassinale (1750 m.) sono le 8:00 e il termometro segna +1°. Non è stata una buona idea scordare a casa la giacca invernale, sarà meglio partire di buona lena. La salita verso il passo degli Ebrei (1900 m.) aiuta a riscaldarsi.

Al rifugio “Elena Tironi” al Rosello (1705 m.) ci accomodiamo DENTRO il caminetto, mentre Milena ci serve una tazza di tè caldo.

Oggi proveremo il “sentiero dei pallini rossi”, un nome che farebbe vibrare il cuore di Charlie Brown. È un percorso pre-ERSAF, semisconosciuto, che taglia la valle dei Roselli a mezza costa, poco sotto il 3V variante bassa.

Si scende dal rifugio verso la malga Rosello di Mezzo. Circa a metà strada una traccia di sentiero si apre verso destra, attraverso un prato intriso d’acqua (qualcuno sa come si dice “moia” in italiano?). Si entra in un bosco bellissimo fino alla malga di Roselletto (1637 m.), che il sentiero costeggia a monte, restando nel lariceto. Tre “galline forcelle” si involano dietro di noi con la tipica partenza a elicottero, da far venire un infarto!

Finalmente il “sentiero dei pallini rossi” si sovrappone al Circuito Faunistico dei Roselli (segnavia biancorosso), su una passerella di legno che supera la valle di Rosellino.

Sull’altra sponda il “nostro” sentiero risale ripido, mentre il Circuito Faunistico svolta a sinistra (lo prenderemo al ritorno). Più in alto una traccia quasi completamente cancellata dai rododendri svolta a destra, guadando nuovamente la valle e riportando verso il 3V variante bassa. Noi invece lo abbandoniamo e attraversiamo i prati di Rosellino (1900 m.) verso sinistra e completiamo l’anello discendendo dal Circuito Faunistico.

È un’area piuttosto selvaggia, dove abbondano i formicai e capita di incrociare caprioli, cervi, camosci e forcelli (anche le vipere, a volte…). Sotto di noi nella valle di Scandolaro un paio di maschi bramiscono sonoramente: è la Settimana d’Oro anche per loro…

Ci intratteniamo a fraternizzare con i cavalli del malghese, che ancora non ha abbandonato l’alpeggio e vagheggiamo di affittare la cascina di Roselletto per la prossima estate, ERSAF permettendo. Una strada nuova di zecca ci riporta a Rosello di Mezzo e da lì al rifugio. Per fortuna avevamo prenotato! In questo mercoledì equinoziale ben tre CAI si sono dati appuntamento quassù …a intasare la sala da pranzo.

Molto sazi e soddisfatti, riprendiamo la via di casa.

Anche stavolta è stata una giornata fantastica, quasi come la signora Maisel. Aspettiamo la prossima stagione.

* fotografie di Gabriele S.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...